Perché l’amianto è pericoloso e come confinarlo: la guida completa

Ci sono diversi sistemi che consentono di rendere l’amianto, detto anche asbesto, meno pericoloso. Se qualcuno dovesse ritrovare dell’amianto o sospettasse di averlo tra le mani, non deve maie poi mai agire da solo ma fare affidamento sempre solo su degli esperti che sanno come intervenire senza creare rischi. Chi agisce da solo, si mette in pericolo perché potrebbe inalare le pericolose fibre.

Dove si trova

Oggi purtroppo ci sono in giro ancora diversi manufatti realizzati con fibre di amianto come l’eternit o il cemento amianto, ma le situazioni più pericolose sono rappresentate degli edifici. Infatti, prima che l’amianto venisse dichiarato illegale all’inizio degli anni 90, era solito adoperarlo moltissimo in ambito edile. Le ragioni di tale impiego sono davvero molte: era un materiale poco costoso e che consentiva di ottenere una migliore coibentazione termica. Ci sono diversi edifici che sono stati realizzati prima del 1990 che hanno fatto largo uso di amianto e oggi è facile che un edifico rappresenta un pericolo. Ci sono abitazioni private ma anche edifici pubblici, supermercati, capannoni ma anche scuole e ospedali che possono avere questo tipo di problema.

Come confinarlo

Quando si ha una situazione in cui si ha un problema di questo tipo, si chiamano subito gli esperti. Nel momento in cui ci sono manufatti in amianto molto estesi, non è sempre possibile procedere con la rimozione. Infatti, se l’amianto si trova in una parte dell’edificio non è possibile abbatterlo per rimuoverlo. In questo caso, si utilizza un metodo professionale chiamato confino. Per poter ridurre al minimo il rischio di dispersione del materiale pericoloso. Si creano delle contro pareti o anche controsoffitti in cartongesso. Questo prodotto crea una barriera architettonica che azzera l’esposizione al prodotto. In questo modo, una eventuale perdita di fibre viene bloccata dalla contro parete, senza che le fibre si disperdano nell’ambiente circostante, diventano un pericolo per le persone che possono inalare il prodotto cancerogeno.

Per info e / o prenotazioni: www.smaltimentoamiantoroma.info

 

Loading...