Epilatore luce pulsata: che cos’è, a chi è consigliato e quale acquistare

La depilazione è un problema che interessa tutte le donne ed ultimamente anche gli uomini. I metodi tradizionali, come la ceretta ed il rasoio, consentono di eliminare la peluria in eccesso, ma solo per poco tempo e provando dolore. Ultimamente, però, è possibile contare anche su sistemi che cercano di inibire la crescita del bulbo pilifero.

Ma quali sono? Il laser e la luce pulsata. Il primo è molto efficace, ma non può essere attuato a casa e prevede sedute piuttosto costose. L’IPL, invece, è un tecnologia che ha trovato seguito anche in ambito domestico ed è disponibile a buon mercato, anche se molto dipende dal tipo di epilatore a luce pulsata scelto.

Di fatto, si tratta di una luce policromata ad alta intensità, che si trasforma in energia termina nel momento in cui colpisce la melanina. Il forte aumento di temperatura che si genera viene trasferito al bulbo pilifero, che va incontro a degenerazione. Tuttavia, è importante sottolineare, per evitare fraintendimenti, che i risultati non sono immediati, ma cominciano ad essere visibili solo dopo alcune sedute.

A chi è consigliata la luce pulsata?

Di fatto, gli epilatori IPL sono indicati per tutte le persone che sono stanche di dover ricorrere ai tradizionali sistemi di depilazione. Del resto, questa tecnica può essere utilizzata in corrispondenza del viso, delle gambe, delle ascelle, delle braccia, del petto e così via.

In poche parole va bene per rimuovere la peluria in eccesso da tutto il corpo. Tuttavia, non può essere usata da chiunque, poiché funziona solo se si dispone di un fototipo compreso tra 1 e 5. Per intendersi: in caso di pelle scura o eccessivamente abbronzata il fascio di luce emesso dall’apparecchio, non solo non è efficace, ma può essere addirittura lesivo.

Inoltre, per poter sperare di ottenere dei buoni risultati, è necessario avere un certo tipo di peluria: spessa e scura. Infine, è bene fare attenzione quando si utilizza la luce pulsata in corrispondenza della parti più sensibili del corpo, come i genitali e l’ano, in modo da evitare spiacevoli alterazioni.

Come scegliere il miglior epilatore IPL?

Qual è il miglior epilatore luce pulsata disponibile in commercio? Rispondere a questa domanda è difficile, poiché molto dipende dalle necessità individuali. Tuttavia, in fase di scelta, per evitare di commettere errori, vista l’ampia gamma di proposte messe a disposizione dal mercato, è importante tenere conto di alcuni aspetti, come il numero totale degli impulsi, poiché da questo dipende la durata generale della lampada.

Fondamentale da considerare, però, è anche la presenza di sensori, come quello di riconoscimento della cute o quello di sicurezza. Non bisogna dimenticare, poi, la lunghezza d’onda, poiché da essa dipende la capacità delle radiazioni di raggiungere i bulbi piliferi posizionati in profondità.

Di norma, gli apparecchi che sono in grado di generare tra i 590 nm e 1200 nm non sono da prendere in considerazione, poiché di scarsa qualità. Infine, determinante è la testina, in quanto stabilisce l’ampiezza del fascio luminoso emesso e, di conseguenza, la velocità complessiva dell’operazione.

Loading...