Sardegna Nord-Orientale: cosa vedere e perché andarci in vacanza

Inserendo sulla ricerca immagini di Google “spiagge della Sardegna Nord-Orientale” è possibile già capire il motivo per scegliere questa zona come destinazione delle vacanze. I colori e i paesaggi sono spettacolari tanto che viene il dubbio che si tratti di foto di qualche paradiso tropicale. Eppure cotali bellezze si trovano proprio in Italia a pochi chilometri di distanza dalla penisola. Anche se molti pensano che fare le vacanze in Sardegna sia qualcosa di proibitivo, in realtà, organizzandosi bene, non è affatto così.

La formula per risparmiare e fare una bella vacanza in Sardegna spendendo poco ha questi tre ingredienti: traghetto, auto propria, appartamento in affitto. Residence e hotel, infatti costano sempre tanto, muoversi con i mezzi diventa un caos e si finisce con lo spendere troppo di taxi. Le offerte per i traghetti verso la Sardegna da diversi porti della penisola sono tante ogni giorno e convenienti, quindi davvero vale la pena utilizzare questo mezzo, portando con sé l’automobile o ancora meglio il camper (così si risparmia anche sull’alloggio).

Spiagge paradisiache, relax e divertimento

La parte Nord-Est dell’isola di Sardegna è fra le più belle di tutte e, non a caso, è di certo quella più gettonata dai turisti. Le spiagge con il titolo Bandiera Blu, che sottolineano la cura e il rispetto dell’ambiente, qui sono diverse e garantiscono al turista località balneari davvero favolose. Il mare ha colori straordinari, con sfumature che vanno dal turchese allo smeraldo.

La sabbia fine e chiara dei lidi contrasta con il blu e con il verde deciso della vegetazione abbondante che ricopre i lati delle spiagge e sotto a cui cercare refrigerio nelle ore più calde. Bagni liberi si alternano a quelli attrezzati per i più esigenti: ognuno qui, quindi, può scegliere il tipo di vacanza che desidera. Per le famiglie con bimbi ci sono anche diverse spiagge Bandiera Verde, cioè con servizi adatti ai più piccoli e un fondale sicuro che degrada lentamente. Non mancano anche le spiagge per chi porta con sé in vacanza il fedele Fido.

Fra le spiagge più belle di questa zona si ricordano di certo: La Cinta, i lidi che si affacciano sulla Tavolara, Capo Coda Cavallo, Cala Brandinchi, Cala Suaraccia, Salinedda, Isuledda, Cala Girgolu, Punta Molara, Lu Impostu, Salina Bamba. Sulle diverse spiagge ci sono centri sportivi dove si possono noleggiare le attrezzature per fare sport acquatici, come lo snorkeling, il windsurf, la vela, il diving, il kayak.

Le bellezze sulla terraferma: una vacanza non solo mare

Anche se la Sardegna è nota a tutti per la bellezza delle sue coste, c’è da dire che c’è moltissimo da vivere anche nel suo entroterra. Le escursioni e le attività che si possono fare nella sua natura rigogliosa, infatti, sono innumerevoli. Intorno a Olbia è possibile fare tranquille e rilassanti passeggiate nel verde, a piedi, in bicicletta o anche a cavallo. Famosa è la zona del Monte Nieddu.

Prendendo l’automobile o i mezzi pubblici è possibile arrivare in poco tempo ad alcuni punti di interesse che si trovano nella zona più settentrionale, come il Canyon di Gorroppu, la Valle di Lanaitto, il Monte Tiscali, le sorgenti Su Gologone. Tanti e uno più bello dell’altro sono anche i borghi storici e i musei che in questa zona dell’isola abbondano, a testimonianza di un passato movimentato. Ricordiamo i borghetti di Posada, Galtellì, Orosei, ma anche i musei di Aggius (l’etnografico e quello del banditismo), Luras, Orani, Nuoro (patria del Nobel Grazia Deledda). Imperdibile anche il Parco archeologico di Arzachena, famoso in tutto il mondo.

Loading...