Isernia, lotta al crimine: intensificazione dei controlli

Donna di Isernia viene molestata da un 34enne, mentre sta facendo jogging. Provvidenziale l’intervento della Polizia.

La vicenda secondo le prime ricostruzioni

La periferia di Isernia è stata teatro di uno spiacevole episodio di molestie. Ad essere colpita è stata una giovane donna, che si è trovata a dover fare i conti con un malintenzionato. Fortunatamente in suo aiuto è accorsa la Polizia, che ha provveduto a rintracciare ed a denunciare l’uomo. Secondo quanto emerso dalle ricostruzioni, il 34enne era alla guida della sua auto, quando ha notato la donna. Dopo averla osservata ha deciso di avvicinarsi, importunandola dal finestrino. La vittima, nonostante lo spavento, ha cercato di ignorare il molestatore, ma lui ha continuato ad insistere, senza lasciarle tregua.

La richiesta di aiuto e l’intervento della Polizia

Vedendo che l’uomo non aveva intenzione di desistere, la malcapitata ha chiesto aiuto al conducente di un’altra vettura, che in quel momento si trovava a transitare in quella zona. Grazie all’intervento del conducente, il molestatore si è allontanato. Tuttavia, quando la donna è rimasta nuovamente da sola, si è ripresentato, importunandola nuovamente. La vittima, a questo punto, stremata e preoccupata, ha deciso di allertare la Polizia. Dopo pochi minuti, gli agenti hanno raggiunto la malcapitata ed hanno raccolto la testimonianza. Nel frattempo, è stato rintracciato anche il 34enne e, dopo l’identificazione da parte della vittima, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere davanti ad un giudice del reato di molestie.

Intensificazione dei controlli sul territorio

Alla luce di quanto accaduto, il questore Roberto Pellicone ha deciso di intensificare il controllo del territorio, al fine di prevenire, ma soprattutto di contrastare, i reati predatori. Tuttavia, le forze dell’ordine hanno lavorato alacremente anche per cercare di contrastare furti presso le abitazioni e gli esercizi commerciali, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti, che in questa zona d’Italia sembra impossibile da contrastare.

Lo scorso weekend, infatti, sono state attivate 36 pattuglie della Squadra Volanti della Questura e del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara, che hanno lavorato in maniera sinergica ad Isernia e Venafro, catalizzando l’attenzione presso le principali arterie viarie. Sono stati istituiti ben 34 posti di controllo, che hanno permesso di identificare 494 persone e di controllare 289 veicoli. Ma non basta: sono state contestate 6 infrazioni al Codice della Strada, delle quali 2 sotto l’influenza dell’alcol. Non bisogna dimenticare, poi, le 124 chiamate di intervento che sono state fatte al numero di emergenza e soccorso pubblico (113), gestito dagli operatori della Sala Operativa e dalle pattuglie presenti che operano ogni giorno sul territorio.

In questa importante operazione di controllo sono stati monitorati anche i bar di Isernia e Venafro e 36 persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale. Di queste, 3 sono state segnalate alla Divisione Polizia Anticrimine, poiché, invece, di essere in casa, sono state rintracciate in via Veneziale, in compagnia di altri pregiudicati.

Dunque, un intervento massiccio, che ha consentito di agire su diversi fronti e che si spera darà i suoi frutti, scongiurando situazioni spiacevoli.

Loading...