Come scegliere il robot per la casa

L’aspirapolvere è una degli elettrodomestici più utili all’interno delle nostre case. Il suo utilizzo rende le pulizie domestiche molto più agevoli e semplici di quanto lo fossero tempo addietro; tuttavia, per poter approfittare dei benefici offerti da un’aspirapolvere, occorre saper scegliere bene il robot. Per questo, in questa breve guida, vedremo come scegliere il robot per la casa migliore.
Ci concentreremo su alcuni aspetti fondamentali per il robot, quali il peso, il consumo e gli accessori e il rispetto ambientale, nonché su fattori quali il design e il sistema di raccolta.

Il peso e i consumi del robot aspirapolvere

Il peso del robot aspirapolvere è una cosa fondamentale di cui tener conto quando pensiamo e come scegliere il robot per la casa. Salire delle scale con un robot molto pesante, infatti, è tutt’altro che facile e non rende per nulla agevole il lavoro delle pulizie domestiche.

Allo stesso modo, anche i consumi del robot non sono da sottovalutare. Esistono modelli, in commercio, che consumano un gran quantitativo di batteria, e quindi di corrente elettrica, perché dotati di un’alta potenza. Purtroppo, a volte, questa alta potenza è inutile, poiché non collide con un’alta capacità di aspirazione; quindi meglio acquistare un’aspirapolvere con minor potenza e minor consumo.

Gli accessori e il rapporto con l’ambiente

In un’aspirapolvere, gli accessori sono qualcosa di fondamentale. Permettono di ottimizzare la pulizia, estendendola a tappeti, superfici verticali e, perfino, spazi dedicati agli animali domestici. La loro presenza va ben valutata, prima di fare un acquisto.

Quando si compra un robot aspirapolvere, è bene sapere che esistono modelli green, che rispettano l’ambiente molto di più delle tradizionali aspirapolveri. Consumano tra i 1200 e i 1400 watt forniscono ottimi risultati nell’aspirazione.

Design e sistemi di raccolta dell’aspirapolvere

Una buona aspirapolvere deve avere un design studiato per essere efficace nelle pulizie. L’ideale è acquistare un robot che disponga del classico tubo flessibile che si allunga sulle superfici, ma anche di un tubo telescopio rigido, anch’esso allungabile. Inoltre, è importante che disponga di un cavo che consenta un buon raggio di movimento in casa e non costringa, di continuo, a cambiare presa di attacco della corrente. Sarebbe buona cosa che l’aspirapolvere avesse anche un comodo riavvolgi-cavo, in modo da non dover perdere tempo a riordinarlo.

Per quanto riguarda i sistemi di raccolta, ne esistono di diverso tipo: sacchetti, serbatoi, filtri ad acqua e scarichi a terra. In una casa, vanno bene il sacchetto e il serbatoio; se si opta per il sacchetto è importante che l’aspirapolvere abbia un modo per segnalare quando questo è pieno. Il serbatoio, di solito, è più piccolo del sacchetto, quindi ne va sempre controllata la capienza. Per aspirare un garage, invece, è utile avere il filtro ad acqua, che aspira i liquidi e li soffia via. Infine, se ci sono grandi quantità di rifiuti è opportuno scegliere un’aspirapolvere con scarico a terra.

Ora che sapete come scegliere il robot per la casa, non vi resta altro che procedere all’acquisto!

Loading...