Scope elettriche: come scegliere la migliore sul mercato

Quando si deve fare i conti una vita alquanto frenetica, è difficile riuscire ad avere una casa sempre pulita ed igienizzata. Ciò può risultare un problema soprattutto in caso di persone allergiche o di abitazioni in cui vivono anche degli animali domestici, poiché la polvere, i peli e lo sporco si accumulano, arrecando non poco fastidio. Fortunatamente, negli ultimi anni è possibile contare su un valido alleato, in grado di agevolare le pulizie quotidiane di casa: si tratta della scopa elettrica.

Tale apparecchio ricorda in parte una scopa tradizionale, in quanto si sviluppa in verticale, ed in parte il tradizionale aspirapolvere, in quanto aspira lo sporco, anche se con minore potenza. Le scope elettriche sono dispositivi leggeri, maneggevoli, poco ingombranti ed attenti ai consumi energetici. Di fatto, sono nate diversi anni fa, ma sono diventate popolari recentemente, poiché, con il tempo, hanno subito importanti miglioramenti, che hanno determinato l’inserimento di importanti optional.

In commercio la quantità di modelli disponibili è elevata, per tanto riuscire ad individuare la scopa elettrica più adatta a far fronte alle proprie necessità non è sempre facile. Su www.scopaelettricamigliore.it puoi trovare le informazioni fondamentali per affrontare al meglio questi tipo di scelta ed i prodotti attualmente più apprezzati.

Aspetti indispensabili da considerare in fase di acquisto

Prima di procedere all’acquisto di una scopa elettrica è fondamentale tenere conto di alcuni fattori importanti, primo fra tutti la struttura. In particolare è bene valutare il peso dei vari apparecchi aspiranti, in modo da poterli utilizzare con facilità, raggiungendo anche gli angoli più difficili.

La cosa migliore è, quindi, è puntare alla leggerezza. Inoltre, alcuni modelli sono in grado di rimanere in piedi da soli, il che è vantaggioso soprattutto per chi ha poco spazio a disposizione per riporre questo ed altri elettrodomestici. Da considerare è anche la forma delle spazzole, che possono essere a parallelepipedo o triangolari, particolarmente adatte per raggiungere punti difficili da pulire.

Delle considerazioni vanno fatte anche in merito all’alimentazione, ovvero se sia meglio scegliere soluzioni a cavo od  a batteria,  e sulla potenza, che deve essere elevata se si vuole raccogliere al meglio lo sporco. Dal punto di vista della tecnologia, invece,  va valutato il metodo di raccolta, che può prevedere l’ausilio di sacchetti o di un contenitore, ed il metodo di filtraggio, che può essere più o meno efficace a seconda della presenza o meno dei filtri HEA, che trattengono anche le particelle più piccole.

Inoltre, esistono alcune caratteristiche che rendono una scopa più o meno pratica, come la possibilità di inclinazione, la rumorosità, la funzione lava ed asciuga e la regolazione della potenza di aspirazione. Tuttavia, non bisogna trascurare nemmeno gli accessori, poiché spesso aiutano la scopa ad essere più funzionale, come le spazzole specifiche per tappeti, moquette e parquet.

Scopa elettrica: tutti i pro ed i contro

Le scope elettriche hanno riscontrato un grande successo poiché sono apparecchi pratici e maneggevoli. Inoltre, sono leggeri e facili da trasportare, tant’è che raggiungono facilmente anche gli angoli più difficili della casa. Tali elettrodomestici, poi, assicurano consumi ridotti, ma soprattutto un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Infatti, possono essere acquistati ad un costo vantaggioso, soprattutto se comprati online, e garantiscono elevate prestazioni, anche in caso di modelli base, poiché evitano l’accumulo di polvere e sporco sulle superfici. Tuttavia, va detto che la capacità interna è ridotta e che la potenza di aspirazione è inferiore rispetto a quella prevista dai tradizionali aspirapolvere.

Detto ciò, però, il principale limite è rappresentato dagli accessori a corredo, poiché non sono mai completi come quelli degli aspirapolvere a traino. Infine, è bene ricordare che le scope elettriche meno avanzate possono operare esclusivamente in corrispondenza delle superfici basse e non possono raggiungere i punti più alti delle abitazioni.

Loading...