Isernia, commerciante arrestato per stalking: perseguitava l’ex moglie

Un commerciante di Isernia, non riuscendo a rassegnarsi alla fine del suo matrimonio, ha deciso di rendere la vita della moglie un inferno, fatto di ansia e di terrore continui. Provvidenziale l’intervento delle forze dell’ordine.

Un altro caso di stalking

I carabinieri del Comando Stazione di Isernia hanno messo la parola fine ad un ennesimo caso di stalking. Il responsabile è un commerciante che, non riuscendo ad accettare la separazione dalla moglie, ha deciso di pedinarla, minacciarla e spaventarla, impedendole di condurre serenamente la sua vita. L’uomo, sottoposto ad un ordine di custodia cautelare in carcere, emesso dall’Autorità Giudiziaria, è stato trasferito nel penitenziario di Ponte San Leonardo. Nei prossimi giorni, davanti al giudice, dovrà difendersi dall’accusa di atti persecutori nei confronti della donna, alla quale in passato aveva giurato amore eterno.

La vittima ha trovato il coraggio di chiedere aiuto

A portare alla luce il comportamento vessatorio dell’uomo è stata l’ex moglie, ormai stremata dalla situazione. Superato il senso di vergogna, infatti, la donna si è rivolta alle forze dell’ordine. I militari dell’Arma, senza perdere tempo, hanno messo fine all’incubo. Del resto, le indagini hanno accertato che il carnefice, nel periodo in cui si stava separando dalla moglie, risultava già gravato dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna e dal divieto di dimora.

Tuttavia, il negoziante per ben due volte ha deciso di ignorare i provvedimenti presi nei suoi confronti. Infatti, si è presento davanti al luogo di lavoro della vittima, assumendo un atteggiamento minaccioso. Di fatto, così facendo, l’uomo ha commesso il reato di atti persecutori. Questo rientra nella violenza di genere e comporta una serie di comportamenti che generano nella vittima paura e turbamento.  Ciò la costringe a cambiare in maniera drastica le sue abitudini di vita e costringendola a percepire costanti stati di ansia.

Le forze dell’ordine a tutela delle vittime di stalking

Il fenomeno dello stalking, che interessa tutta Italia, non risparmia nemmeno il capoluogo pentro e la sua provincia. per questa ragione è fondamentale l’impegno costante delle forze dell’ordine. I militari si pongono a protezione delle vittime, che sono costrette a cambiare la propria esistenza ed a vivere costantemente nel terrore.

Gli esponenti del comando provinciale di Isernia ricordano che: “L’Arma dei Carabinieri, attraverso le attività di Istituto e i protocolli sottoscritti con gli Enti Locali e le Autorità competenti, da sempre, contrasta tale odioso reato, attuando tutta una serie di cautele nei confronti dei soggetti a rischio più vulnerabili, predisponendo adeguate procedure di intervento nella gestione dei casi di violenza per stalking.

In situazioni di necessità i Carabinieri, grazie al numero di emergenza 112, forniscono tempestivo soccorso alle vittime, anche con l’impiego di militari opportunamente formati per gestire, nell’immediato, i casi di violenza di genere, assicurando adeguata tutela e percorsi protetti per la incolumità personale, scongiurando potenziali ulteriori criticità”.

Si spera che in questo modo le vittime di stalking riescano a trovare la forza di denunciare i propri aguzzini. Solo così, infatti, possono sperare di tornare a vivere un’esistenza normale.

Loading...