Campobasso, un agente della polizia penitenziaria perde il controllo ed estrae la pistola durante le operazioni di recupero di un detenuto evaso

Mercoledì mattina, davanti al carcere di via Cavour di Campobasso, è stata eseguita una cattura, che ha fatto molto discutere. Un agente di custodia ha caricato e puntato la pistola sulla fronte di un detenuto che, poco prima, aveva tentato di scappare.

La vicenda

Il carcerato, di origini italiane, che può muoversi solo avvalendosi di due stampelle, era stato ricoverato presso l’ospedale Cardarelli di Campobasso a seguito di un malore. Tuttavia, dopo essere stato dimesso e dopo aver fatto rientro nell’istituto penitenziario situato presso via Cavour, si è liberato delle ingombranti e limitanti stampelle e ha provato ad evadere. La sua corsa, però, è durata pochi metri, in quanto gli agenti di guardia sono riusciti a bloccarlo prima che riuscisse a dileguarsi.

Le immagini della cattura sui social: grande indignazione degli utenti

A far scoppiare la polemica attorno a questo episodio sono state le immagini che sono finite sulla rete e che hanno invaso i vari social, che riportano il discutibile placcaggio dell’uomo, dal quale si può notare che uno degli agenti colpisce il carcerato con un forte schiaffo al volto. Inoltre, dal video sembra che il poliziotto, oltre a tale deprecabile gesto, abbia gridato: “Ti sparo in bocca pezzo di m…a” ed abbia estratto la pistola d’ordinanza dalla fondina e gliel’abbia puntata alla tempia.

Di fatto, il filmato ha sollevato numerose polemiche e sono state mosse pesanti critiche al modus operandi dell’agente. Del resto, dal video è emerso che il detenuto ha chiesto all’agente di non toccarlo, ma questo, in preda alla frenesia, ha impugnato la pistola e gliel’ha puntata nuovamente contro. A riportare la calma è stato uno dei colleghi, che ha scansato il braccio armato del poliziotto, intimandogli di abbassare la pistola.

Una volta ripristinata la calma, come si vede nel video, il detenuto è stato obbligato a sdraiarsi a terra e poi le riprese si interrompono. Lo spettatore, che ha ripreso la raccapricciante scena con il cellulare, ha poi postato il video sui social, che in un attimo è diventato virale.

Altri episodi simili

É bene specificare che tale allarmante episodio, che ha come protagonisti alcuni esponenti delle forze dell’ordine ed un detenuto del carcere di via Cavour, non è il primo e non sarà, probabilmente, neanche l’ultimo. Infatti, lo scorso dicembre, un recluso egiziano si avventò contro un’agente donna per darle un bacio. Inoltre, lo scorso 2 gennaio è avvenuta una mega rissa, causata da alcuni detenuti che hanno preso di mira un altro recluso, malmenandolo. In questa situazione, tuttavia, l’intervento degli agenti della polizia penitenziaria è stato provvidenziale, in quanto ha evitato che si verificasse il peggio, anche se due degli agenti sono stati aggrediti e feriti.

Per porre fine a questa spiacevole situazione, proprio davanti al carcere di via Cavour, il segretario generale del Sindacato polizia penitenziaria, Aldo di Giacomo, ieri ha tenuto una conferenza stampa per lanciare un altro appello agli organi preposti.

Loading...