Viagra naturale: quali sono i metodi alternativi ai farmaci per favorire l’erezione

Il Viagra, come molti uomini sanno bene, è un farmaco in grado di indurre e favorire l’erezione, in quanto incrementa l’afflusso di sangue nel pene, e può contribuire a risolvere alcune forme di impotenza di origine organica. Infatti, perché questo effetto si verifichi, è comunque necessario che, nel periodo di tempo in cui dura l’azione del farmaco, avvenga uno stimolo sessuale.

Trattandosi di un prodotto che agisce principalmente sulla circolazione e sulla pressione, la celebre pillola blu comporta molti effetti collaterali ed è frequentemente controindicata: può provocare disturbi cardiaci, ipertensione, problemi di vista e di udito e persino il rischio di infarto e ictus. Per tale ragione, la soluzione migliore per risolvere i problemi di disfunzione erettile è quella di ricorrere a prodotti alternativi, come il viagra naturale o altri rimedi di origine non farmacologica, che possono stimolare l’erezione senza correre rischi.

Un problema che affligge gli uomini fin dai tempi antichi

Le disfunzioni erettili, l’impotenza e l’eiaculazione precoce sono problemi che affliggono da sempre gli uomini. Naturalmente, la difficoltà nel raggiungere l’orgasmo riguarda anche molte donne, con la differenza che un uomo in queste condizioni non è fisiologicamente in grado di fingere né può portare a termine il rapporto sessuale e la fecondazione.

Nel corso dei secoli, prima che si ricorresse a farmaci specifici, la medicina tradizionale è andata spesso alla ricerca di rimedi naturali che potessero permettere di contrastare i problemi sessuali maschili. Ancora oggi, è possibile ricorrere ad alcune valide alternative al Viagra che riescono a favorire, stimolare o prolungare l’erezione evitando gli effetti collaterali del farmaco specifico.

Si tratta in gran parte di integratori alimentari, utilizzati anche in altre situazioni, che possono contrastare lievi o moderati problemi di erezione, permettendo di portare a termine tranquillamente il rapporto sessuale.

Gli integratori alimentari che possono sostituire il Viagra

La carnitina è un aminoacido che interviene in alcune funzioni metaboliche, utilizzato per migliorare la circolazione periferica e, in combinazione con sali minerali e vitamine, per incrementare energia e resistenza durante lo sport. Non è raro che la carnitina svolga un effetto benefico anche nei confronti dei problemi di erezione.

La citrullina è un aminoacido naturale che favorisce la vasodilatazione e l’afflusso di sangue alle estremità. Usata spesso dagli atleti che praticano body building, è anche uno dei più comuni sostituti naturali del Viagra. Viene usata generalmente in combinazione con la carnitina e gli acidi grassi omega 3.

Il ginseng è un vasodilatatore naturale che può risultare efficace come rimedio alle forme non gravi di disfunzione erettile. Ovviamente, è bene tenere presente che, pur trattandosi di prodotti naturali, potrebbero comunque interferire con l’assunzione di alcuni farmaci: chi soffre di patologie croniche e sta seguendo una qualsiasi terapia farmacologica deve sempre consultare il proprio medico di fiducia.

Curare l’apporto di vitamine e sali minerali

Un’alimentazione a base di prodotti freschi e naturali, ricca di vitamine e sali minerali, garantisce la salute di tutto l’organismo e ne preserva le funzioni, comprese quelle erettili. Tuttavia, per contrastare eventuali lievi difficoltà di erezione, può essere utile integrare l’alimentazione con un apporto supplementare di zinco e di vitamina E.

Loading...