Campobasso attanagliata dal caldo: allerta bollino giallo

L’estate è arrivata in tutta Italia in maniera repentina, senza alcun preavviso. Fino alla settimana scorsa, infatti, negli armadi si potevano trovare ancora maglioni e giacche pesanti. Con l’ondata di caldo che ha invaso tutto lo Stivale, sono stati in molti a risentire fisicamente del poderoso cambiamento climatico.

La situazione in Molise

Anche il Molise, come le altre regioni italiane, ha dovuto fare i conti con temperature torride, che hanno causato non pochi disagi, soprattutto ad anziani e bambini. Del resto, quest’anno, la primavera non ha fatto capolino ed ha impedito alle persone di prepararsi al meglio all’arrivo dell’estate. Ciò ha portato a non pochi disagi, come malesseri improvvisi, febbre, raffreddore e mal di testa.

L’intervento del Ministero della Salute

Per aiutare i cittadini ad affrontare al meglio la situazione, il Ministero della Salute, già da diverse settimane e fino al 13 settembre, ha pensato di permettere la consultazione dei bollettini sulle ondate di calore.

Da ieri è scatta l’allerta 2, il cosiddetto “bollino arancione”, che sta ad indicare condizioni meteo con potenziali effetti negativi sulla salute della popolazione. Particolarmente a rischio sono i sottogruppi: anziani, malati cronici, bambini e donne incinta o in fase di allattamento.

Tuttavia, in altre 9 città, delle 27 tenute sotto stretto controllo, tra cui si ritrova anche Campobasso, invece, sarà pre-allerta, ovvero “bollino giallo”. Ma che cosa vuol dire nello specifico? Condizioni meteorologiche, che di solito precedono il verificarsi di un’ondata di calore. Si tratta di un livello non allarmante e che non necessita di azioni immediate, ma indica che nei giorni a seguire potrebbero presentarsi condizioni rpericolose, che potrebbero mettere a rischio la salute delle persone.

L’importanza di consultare il bollettino della propria città

Essere preparati all’arrivo di potenziali ondate di caldo è molto importante, in quanto permette di evitare spiacevoli situazioni, potenzialmente gravi e dannose. Infatti, il Ministero della Salute, negli opuscoli relativi alle ondate di caldo, ha voluto riportare alcuni consigli fondamentali, che è bene non trascurare.

Prima di tutto viene indicata l’importanza di consultare costantemente (meglio ogni giorno), il bollettino della propria città, ma anche di informarsi in merito ai servizi messi a disposizione del territorio, così da sapere come muoversi in caso di necessità. Inoltre, viene ricordato di programmare i viaggi, tenendo conto delle previsioni, così da sapere se saranno previste ondate di calore nel luogo di destinazione. Tale aspetto è importante soprattutto per i bambini e gli anziani. Non bisogna dimenticarsi di avere sempre dietro adeguate scorte di acqua e di cibo, nonché di medicinali.

Nelle ore più calde è bene trascorrere il tempo nelle stanze delle casa o dell’alloggio più fresche. Importante è anche informarsi in merito alla presenza nel proprio quartiere di locali pubblici e punti di ristoro climatizzati, dove poter passare in compagnia alcune ore della giornata. Infine, il Ministero della Salute invita a prendersi degna cura dei parenti, ma anche dei vicini di casa che sono soli e segnalare eventuali situazioni rischiose e che potrebbero richiedere la necessità di intervento ai servizi socio-sanitari.

 

Loading...