Mal di testa da PC: 4 consigli per risolvere il problema

Al giorno d’oggi sono tantissime le persone costrette a trascorrere molte ore davanti al monitor del computer ed è ormai stato ampiamente dimostrato che i problemi che possono insorgere sono diversi. Se in alcuni casi c’è poco da fare, molti altri disturbi che dipendono dall’utilizzo del computer si possono invece prevenire con delle semplicissime accortezze. Anche se in molti non lo sanno, spesso e volentieri problemi come mal di testa, nausea, dolori alla cervicale e via dicendo non dipendono tanto dall’utilizzo del pc ma piuttosto da un suo impiego scorretto.

Ci spieghiamo meglio: non è il monitor in sé che alla lunga può dare fastidio ma il fatto che non si presta abbastanza attenzione ad alcuni dettagli come la postura, la distanza tra il pc e gli occhi e via dicendo. Ecco dunque alcuni consigli per risolvere le problematiche di tutti i giorni.

#1 Posizionare il monitor alla giusta distanza

Un errore molto comune che viene commesso non solo a casa ma anche in ufficio è quello di tenere il monitor del computer ad una distanza scorretta. Se la posizione dello schermo è quella sbagliata, non solo si rischiano problemi agli occhi ma anche mal di testa e dolori cervicali. Di norma, il monitor deve essere collocato ad una distanza di circa 50 – 70 cm rispetto agli occhi e deve essere leggermente più basso rispetto allo sguardo. In questo modo si evita di sforzare il collo: cosa che si fa spesso e volentieri senza nemmeno accorgersene.

#2 Acquistare un monitor di qualità

Anche se può sembrare superfluo, in caso di mal di testa frequenti vale la pena prendere in considerazione l’ipotesi di acquistare un nuovo schermo per il computer. Quelli di alta qualità sono molto più sicuri e rischiano molto meno di rovinare la vista, ma anche di far venire disturbi fastidiosi come cefalea ed emicrania. Se avete bisogno di consigli tecnici vi suggerisco di visitare il sito www.robadainformatici.it: potete trovare la lista dei migliori monitor per pc aggiornata con tanti utili consigli per non commettere errori.

#3 Mantenere una postura corretta

Per evitare problemi alla cervicale è molto utile anche mantenere una postura il più corretta possibile, perché anche se non si direbbe diversi disturbi sono dovuti proprio a questo aspetto, che spesso e volentieri viene sottovalutato. È quindi indispensabile che la sedia utilizzata sia ergonomica e possa offrire il massimo del comfort specialmente per la schiena ma non solo. Quando si lavora al pc conviene sempre appoggiare i piedi su un rialzo e lasciare una distanza di circa 15 – 20 cm tra il bordo della scrivania e la tastiera. In questo modo si possono stendere le braccia e si riesce ad assumere una postura corretta.

#4 Regolare la luminosità della schermo

Anche la luminosità dello schermo, se impostata in modo scorretto, può giocare brutti scherzi specialmente per la vista e per eventuali mal di testa. L’ideale sarebbe sempre impostare questo parametro come intermedio e tenere una luminosità nella stanza in cui si lavora simile a quella del monitor. Da evitare la luce solare, perché quando si lavora al pc rischia di peggiorare le cose.

Loading...