Come arredare al meglio l’ufficio: gli aspetti fondamentali per non sbagliare

L’ufficio è il biglietto da visita di un’azienda o di un lavoratore in proprio, in quanto è il luogo in cui si ricevono i clienti ed i fornitori. Appare, dunque, evidente la necessità di dover curare al meglio tale spazio e di renderlo il più possibile accogliente, così da favorire la produttività di chi vi opera all’interno. Di fatto, per riuscire in tale intento, i punti da soddisfare sono certamente tanti.

Tuttavia, non bisogna spaventarsi, poiché basta andare per gradi e seguire alcuni semplici, ma efficaci, consigli. La prima cosa su cui vale la pena di concentrarsi è sicuramente l’illuminazione, poiché, a seconda della resa, può influenzare in positivo od in negativo l’efficienza delle persone. L’obiettivo che si deve raggiungere è quello di una luce diffusa e regolabile a seconda delle necessità.

Di fatto, è meglio puntare  ad un’illuminazione calda, in grado di stancare meno la vista e di rendere l’atmosfera più avvolgente e gradevole. Una soluzione che vale la pena di sperimentare è quella di dotare le postazioni di lampade da tavolo, in modo che ciascun operatore possa gestire al meglio la fonte di luce come meglio preferisce.

L’importanza di curare l’arredamento e di definire gli spazi

Tuttavia, il modo migliore per rendere un ufficio accogliente ed improntato alla produttività, è curarne l’arredamento. Fondamentale è introdurre elementi funzionali e confortevoli, realizzati con materiali di elevata qualità. Di fatto, le sedie devono essere ergonomiche e regolabili, dato che, la maggior parte del tempo, lo si passa seduti alla scrivania e davanti al computer.

Anche la postazione da lavoro non deve essere trascurata e deve essere pensata in funzione del lavoratore, in modo che risulti uno strumento utile, ma anche accattivante dal punto di vista estetico. I modelli disponibili in commercio sono davvero tanti. Molto apprezzate sono le soluzioni salvaspazio, come le consolle allungabili, che sono perfette per le sale riunioni, dove il numero di fruitori tende a variare.

Dal punto di vista dello stile, la mobilia scelta deve essere in linea con il resto dell’arredamento, in modo da dare l’idea di ordine e di armonia. Tuttavia, ancora prima di pensare all’arredo, è necessario definire gli spazi al meglio, attraverso l’impiego di pareti divisorie funzionali e resistenti, accuratamente studiate. Infatti, spesso alcune trattative od operazioni richiedo una certa privacy, che deve essere rispettata. Ricercare mobili per ufficio Vicenza non è sempre facile, è necessario sapere a chi affidarsi, in modo da non dover scegliere tra la qualità ed un prezzo d’acquisto vantaggioso.

La scelta dei colori da adottare

L’ufficio è un ambiente destinato al lavoro, ma non per questo deve essere caratterizzato da tinte spente e deprimenti. Tuttavia, prima di attuare scelte azzardate, è meglio tenere conto di quanto tempo si passa nei vari ambienti, così da agire in maniera consapevole. Infatti, i colori squillanti tendono a mettere allegria ed a trasmettere energia, ma stufano anche facilmente.

Alcuni studi hanno dimostrato che le sfumature del blu e le nuance pastello favoriscono la concentrazione e difficilmente mandano in confusione. Non bisogna dimenticare, però, che alla lunga anche un ambiente monocromatico può stancare. Dunque, la cosa migliore da fare è spezzare la monotonia con elementi accesi, di colore arancione o rosso, ma senza esagerare, in modo da non soffocare gli ambienti.

Loading...