Campobasso, 78enne denunciata per riciclaggio: nascondeva 20mila euro negli slip

La Polizia di Campobasso ha denunciato all’Autorità Giudiziaria competente, una donna di 78 anni, per riciclaggio. Secondo quanto emerso dalle indagini anche lei era nel giro dello spaccio, o meglio aiutava i familiari a nascondere i proventi di tale attività illecita. L’anziana è la suocera della 35enne colta dalla Polizia, circa una settimana fa, a bordo di una vettura, mentre trasportava eroina dalla Puglia. La donna è già stata denunciata per spaccio, insieme al compagno, attualmente detenuto nel carcere di Rieti.

La vicenda

La 78enne è stata perquisita dalle dagli agenti della Squadra Mobile, impegnati nell’attività di prevenzione e di contrasto allo spaccio, mentre usciva da un condominio del quartiere Cep, assieme ad un’altra donna, che si è scoperto essere la figlia. Ad insospettire i poliziotti è stato l’atteggiamento dell’anziana, che camminava tenendo la mano appoggiata dietro alla schiena, come per sorreggere qualcosa che aveva infilato tra gli slip. Le due donne sono state fermate, in quanto gli agenti hanno pensato che stessero nascondendo delle sostanze stupefacenti. Sono state, quindi, accompagnate in Questura, per la perquisizione.

La scoperta: 20.000 euro nascosti sotto gli indumenti

L’anziana aveva nascosto sotto gli indumenti, proprio nel punto in cui i poliziotti avevano notato che la donna teneva la mano, una confezione sottovuoto in cellophane trasparente termosaldata, con all’interno delle banconote da 50 e 100 euro, per un importo totale di 20.000 euro.
Sono, quindi, partiti gli accertamenti ad opera della Squadra Mobile, che hanno consentito di fare chiarezza sul grado di parentela tra le due perquisite e M.R., la 35enne campobassana, denunciata lo scorso 17 novembre per detenzione ai fini di spaccio di cocaina ed eroina.

Soldi frutto dell’attività di spaccio

Stabilito ciò e tenuto anche conto del fatto che l’anziana non svolge alcuna attività lavorativa dichiarata e non percepisce alcun reddito, che possa giustificare il possesso di tale somma di denaro, sembra abbastanza probabile che il denaro individuato non sia altro che il profitto dell’attività illecita di spaccio portata avanti dalla 35enne.

I soldi, quindi, sono stati sequestrati e la 78enne è stata denunciata. Tuttavia, è importante sottolineare che, la Squadra Mobile aveva già provveduto a sequestrare anche le due carte di credito trovare in possesso di M.R., intestate al marito, che è attualmente detenuto presso il carcere di Rieti.

Inoltre, sui conti di appoggio sono stati individuati 17.000 euro, probabilmente anch’essi frutto del traffico di stupefacenti.

Traffico di stupefacenti ancora forte nella città di Campobasso

Tale importante scoperta, attuata dalla Squadra Mobile di Campobasso, mette in luce il fatto che la domanda e l’offerta di sostanze stupefacenti in ambito cittadino è ancora molto forte, nonostante il costante impegno delle forze dell’ordine. Bisogna, infatti, ricordare che la Polizia e la Magistratura si sono prontamente attivate per combattere tale attività illecita.

Tuttavia, è necessaria anche la collaborazione dei cittadini, hai quali è stato richiesto di segnalare atteggiamenti sospetti, nonché situazioni di spaccio e di consumo di droghe, di cui siano testimoni, così da cercare di riportare un po’ di tranquillità in tale importante centro abitato molisano.

Loading...