Che cos’è e come si cura la candida?

La candida è un fungo saprofita e appartiene alla famiglia dei lieviti, in poche parole vive nel nostro organismo e si nutre della materia organica morta. Si trova nel tratto gastrointestinale e cavo orale di tutti, anche se non vi è segni di candidosi.

La Candida Albicans si nutre di zuccheri, amidi, lieviti. La proliferazione avviene negli ambienti acidi. C’è comunque da dire che vive nel tratto gastrointestinale insieme a tanti altri batteri benigni e sono loro che la tengono sotto controllo.

Cause della candida

Perché allora si manifesta la candida come problema? Succede quando le condizioni interne sono alterate ed ecco che infesta creando delle colonie micotiche. Oltre ai genitali attacca anche la bocca, la pelle e le unghie.

Le cause possono essere davvero tante. Per esempio può dipendere dall’assunzione di farmaci e antibiotici. Oppure dall’uso della pillola contraccettiva, l’abuso di alcol e droghe, malattie endocrine, stress psicologico, abuso di cibo spazzatura, dieta molto acida, calo delle difese immunitarie…

Anche gli sbalzi ormonali possono favorire la comparsa della candidosi. Basta pensare per esempio al periodo della pubertà, con tutti i suoi cambiamenti ormonali. Oppure al periodo prima delle mestruazioni o ancora alla gravidanza.

Se vi state chiedendo se la candida è un’infezione che può essere trasmessa per via sessuale, sappiate che non è considerata una malattia a trasmissione sessuale, anche se tuttavia può manifestarsi dopo determinate pratiche sessuali.

Sintomi della candida

I sintomi della candidosi sono tanti. Prima di tutto si presenta un forte bruciore vaginale al quale è praticamente impossibile resistere. Sulla zona intorno alla vagina si presenta rossore e macchie bianche, il tutto accompagnato da perdite vaginali biancastre, chiamate ” a ricotta”. L’odore vaginale poi è sgradevole, si percepisce bruciore durante l’urinazione e si prova dolore durante il dolore sessuale.

Ma quindi, come si cura la candida? Ne parlo nel paragrafo successivo.

Candida: perché è importante intervenire subito e come

In caso di candida è indispensabile intervenire subito. E’ un’infezione e come tale non deve essere sottovalutata mai. Prima di tutto perciò dovete farvi vedere dal vostro medico curante affinché sia lui a diagnosticarla. Una volta che siete certi di avere la candida, allora dovete intervenire perché se la ignorate si cronicizza. Non solo, può portare a numerose conseguenze come sindrome del colon irritabile, artrite, celiachia, sinusite cronica, morbo di Chron, lupus, emicrania, allergie, reflusso gastroesofageo, fibromialgia.

La candida infatti non passa da sola. Con il passare del tempo infatti attacca tutti i tessuti del corpo creando delle colonie micotiche.

La candida si cura attraverso farmaci antimicotici molto efficaci. Di solito vengono usate creme od ovuli vaginali. Il trattamento, in base alla gravità del problema, dura da uno a sette giorni. Un’infezione lieve per esempio può essere scacciata assumendo una sola dose orale. In alcuni pazienti però il problema è molto più resistente ed ecco che occorre intervenire con trattamenti prolungati.

Oltre a curarsi però occorre anche prevenire la ricomparsa dell’infezione. Dovete quindi evitare saponi profumati, lavande vaginali, cibo spazzatura e moderare l’assunzione di alcol e fumo. Usate biancheria in cotone così che lascia circolare l’aria.

Loading...