Arredo bagno: 4 consigli per contenere i costi

Arredare il bagno può rivelarsi molto più costoso di quello che si pensava: questa è infatti la stanza della casa che richiede maggiori attenzioni perché tra sanitari e mobili si rischia di arrivare a cifre davvero molto alte. Ad incidere notevolmente sui costi dell’arredo bagno sono proprio la doccia, il lavabo, il wc ed il bidet, che se sommati possono farci spendere delle cifre pazzesche. Purtroppo però puntare al risparmio acquistando dei sanitari di scarsa qualità non è mai una buona idea perché si rischia di doverli sostituire entro poco tempo. Questo tuttavia non significa che per forza di cose si debba spendere una fortuna per arredare il bagno a nuovo. Possiamo contenere i costi con alcune semplici attenzioni, che vi illustriamo proprio adesso.

#1 Acquistare direttamente dal produttore

Per risparmiare notevolmente il trucco numero uno è quello di acquistare sanitari ed arredi per il bagno direttamente dal produttore. Se infatti andiamo in negozio troviamo dei prezzi che sono inevitabilmente più alti e non parliamo di differenze minime. In alcuni casi se dal produttore un sanitario costa 50 in negozio ci viene proposto a 100. Significa che lo paghiamo il doppio e che se quindi lo acquistiamo direttamente alla fonte possiamo risparmiare il 50%. Fortunatamente oggi esistono dei portali online come www.importforme.it che offrono la possibilità di comperare arredi e sanitari direttamente dal produttore, senza intermediari e quindi senza rincari. Si tratta di una soluzione davvero molto conveniente, che permette di risparmiare in modo notevole.

#2 Attenzione alla rubinetteria

In molti non ci fanno caso, ma la rubinetteria ha dei costi davvero folli in alcuni casi. Oggi infatti si trovano pezzi di design che dal punto di vista qualitativo non hanno nulla in più di quelli più economici ma il cui prezzo può arrivare anche a 5 volte tanto. Conviene quindi prestare attenzione quando si sceglie la rubinetteria perché le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Ricordate sempre che se i materiali sono buoni va bene qualsiasi modello.

#3 Piastrelle: approfittare dei fine serie

Per quanto riguarda le piastrelle, anche queste possono avere dei costi molto elevati e in bagno generalmente non si può fare a meno di optare per queste soluzioni. Al giorno d’oggi però esistono tipologie di piastrelle molto più economiche come quelle in gres porcellanato che permettono di ottenere degli effetti particolari e hanno costi più che accessibili. Se vi siete messi in testa di volere delle piastrelle originali, potete sempre approfittare dei fine serie: spesso se ne trovano di ottima qualità a prezzi scontatissimi e quindi molto convenienti!

#4 Doccia a filo pavimento: una soluzione economica

La doccia è uno degli elementi che costano di più, ma possiamo contenere la spesa anche in questo caso optando per una soluzione decisamente moderna ossia quella a filo pavimento. Scegliendo una doccia di questo tipo non dobbiamo acquistare un piatto (che ha prezzi folli) perché non serve e quindi la spesa si riduce in modo abbastanza significativo. Certo, il piastrellista deve fare un lavoro in più ma si tratta di una cosa da poco che non ha costi esagerati.

Loading...