Un film d'emozione per San Valentino • Prima Pagina Molise
Form
08-02-2008, 17:35 • Agnone • Cultura

Un film d'emozione per San Valentino

Nell'imminenza della festa degli innamorati del 14 febbraio (San Valentino) l'Università delle Generazioni di Agnone ha presentato nel locale Caffè Letterario di Antonio Palmiero "Il film delle emozioni" di Raffaele
Calabretta.

Non è un'opera cinematografica (come potrebbe sembrare) ma un libro che da quando è stato pubblicato, nel 2006, costituisce un vero e proprio "caso letterario-mediatico" ed è già alla seconda
edizione presso l'editore Alberto Gaffi di Roma.

Bisogna subito precisare (specialmente a beneficio degli appassionati) che tale libro è interamente scaricabile, in modo assolutamente gratuito, dall'apposito sito "www.ilfilmdelleemozioni.it" oppure dal sito dello stesso editore "www.gaffi.it" ma anche dal sito dell'autore "www.raffaelecalabretta.it". Finora ne hanno usufruito ben ottomila e più  visitatori.

L'autore, prof. Raffaele Calabretta, è un giovane
ricercatore dell'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) di Roma e desidera divulgare le conoscienze scientifiche più aggiornate sulla ricerca della felicità. Infatti, il tema principale del libro è quello della felicità... una felicità scientifica più che romantica, in particolare per coloro i quali, in coppia, sono innamorati (siano essi ancora adolescenti o che abbiano appena festeggiato le nozze di diamante).

"Perché non decidere di essere felici?" ... è proprio questo
l'interrogativo-chiave che disvela la storia d'amore di Gabriele e dinMichela, la coppia protagonista di questo "metaromanzo" che già piace molto alle nuove generazioni, di cui è simbolo, pure per il tipo di
comunicazione estremamente attuale e polimorfa, nonché per la psicodialettica che caratterizza i sentimenti e le emozioni in questo nizio di terzo millennio.

E non poteva essere altrimenti, considerato
che il prof. Calabretta, come scienziato, è noto per i suoi studi interdisciplinari sull'evoluzione del cervello umano, nonché per gli studi di robotica e di intelligenza artificiale. La narrazione risente del fatto che egli sia stato già docente di Scienze della Formazione all'Università de L'Aquila, mentre adesso collabora stabilmente da
parecchi anni con la Yale University di New Haven (Connecticut, USA) ed è membro del New England Complex Systems Institute di Cambridge (Massachussets, USA), ma continua a tenere seminari all'Accademia dei Lincei di Roma, al Konrad Lorenz Istitute di Vienna, alla Royal Society di Londra, al Santa Fe Institute di Boston (USA) e in altri enti scientifici e culturali italiani ed esteri (come, ad esempio, l'Unesco).

"Il film delle emozioni" è, tuttavia ed essenzialmente, un
romanzo d'amore in veste filmica ed anche per tale motivo adatto agli innamorati, poiché, nel raccontare la vicenda amorosa di Gabriele e di Michela (che s'indovina abbia attinto in qualche modo alla propria autobiografia), l'autore analizza i sentimenti della coppia con una sottile quanto appassionante metodologia scientifica dell'Eros.

Tale impostazione, oltre a rendere assai intriganti i due amanti, aiuta il lettore o la coppia a meglio conoscersi fin nelle pieghe della propria anima individuale e sociale per aprirsi il più possibile all'inevitabile fusione amorosa con l'altro, in forma singola o collettiva. Sotto tale aspetto è pure una narrazione dsociologia comportamentale, assai utile per penetrare le criptomanie dell'animo umano.

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus
"Non è un paese per vecchi", il capolavoro dei Fratelli Coen come parodia dell'editoriale di Primapaginamolise

Comunicazione, in Molise non è roba da giovani. Frattura dà l'incarico a un over70 in pensione

Il presidente della Regione nomina tra i suoi consiglieri Pasquale Passarelli che voci di corridoio vogliono imposto da Patriciello. Ruolo con rimborso spese per accreditare l'austerity di Palazzo e non creare nessuna opportunità di occupazione per professionisti giovani che l'attendono e la meritano. Da giorni nuova bufera sul governatore.

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Servizi