Form
12-05-2011, 16:40 • Campobasso • Benessere

"Vivere la malattia oncologica: la psico-oncologia nella cura della donna e della sua famiglia.", domani alla Cattolica di Campobasso l'interessante Convegno

 

Venerdì 13 maggio 2011 alle ore 9.00 all'Università Cattolica di Campobasso si svolgerà il convegno "Vivere la malattia oncologica: la psico-oncologia nella cura della donna e della sua famiglia. Interverranno tra gli altri il professor Giovanni Scambia, Direttore del Dipartimento per la Salute della Donna e della Vita nascente del Policlinico Gemelli di Roma e il professor, Savino Cannone, Direttore di Sede. (di seguito programma completo)

L'organizzazione Mondiale della Sanità evidenzia con il termine "genere" le differenze delle categorie "uomo-donna", differenze condizionate da fattori ambientali culturali e individuali. Esiste una diversa percezione da parte della donna anche nei confronti della malattia. Il Convegno si focalizza sulla malattia oncologica della Donna e si inserisce in un sistema, quello dell'Università Cattolica di Campobasso, da sempre attenta alla Cura della donna (nel 2008 è stata insignita di 3 bollini rosa da parte dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna, "ONDA"). Il cancro rappresenta per la donna una prova esistenziale sconvolgente. Alla modifica del proprio corpo si accompagna la destrutturazione dei rapporti all'interno del nucleo familiare e si evidenziano anche difficoltà nelle relazioni sociali e professionali.

 

E' preparata la società che deve affrontare la malattia oncologica della donna giovane in un momento in cui è fondamentale la sua presenza nella famiglia e con i figli? Quali opportunità offre la rete oncologica e psico-oncologica nella nostra Regione per la presa in carico dei numerosi bisogni che la malattia oncologica pone? Esiste un "femminile" nella comunicazione scientifica, per cui l'informazione, ad esempio sulla prevenzione, possa arrivare in maniera più diretta e chiara alle donne?

 

L'occasione è proficua per occuparci di donne in un'ottica globale, quindi per riflettere anche sulle opportunità e sulle difficoltà che incontrano le operatrici sanitarie che giornalmente si prendono cura della donnamalata e della sua famiglia. Solo prendendo in considerazione sia i bisogni di chi cura sia di chi è curato, in un'ottica di scambio circolare di dare-avere, si genera benessere sia in chi dà che in chi riceve.

 

La "Psico-Oncologia di genere" vuole stimolare una riflessione all'interno dei numerosi campi di studio della psicologia, promuovendo una ri-lettura dei propri lavori secondo una prospettiva di genere. La Psicologia da sempre attenta alla singolarità di ogni individuo, può portare un grande contributo alla creazione e alla diffusione di strumenti per interventi sulla Salute di Genere.

Questo convegno è rivolto a tutte le figure professionali che operano nel campo della sanità che sono chiamate ad essere attente alla soggettiva unicità del paziente iniziando dal "genere", ai pazienti e ai loro familiari che desiderino portare il proprio contributo e condividere le proprie esperienze, a tutte le donne perché si parla di loro e a tutti gli uomini per scoprire quante informazioni bisognerebbe conoscere sulle donne per diminuire le distanze affettive, a tutti coloro che gestiscono la cosa pubblica affinché i temi dibattuti diventino punto di attenzione per l'attuazione di politiche di pari opportunità.

Con l'occasione si costituirà la Sezione Regionale Molise della Società Italiana di Psico-Oncologia (SIPO).

 

 

INTERVERRANNO:

Girolamo Baldassarre, Presidente Ordine Psicologi del Molise

Gennaro Barone, Presidente Ordine dei Medici della Provincia

di Campobasso

Rocco Bellantone, Preside Facoltà Medicina e Chirurgia UCSC,

Roma

Savino R. Cannone, Direttore Centro UCSC, Campobasso

Sabrina De Camillis, Ref. Regione Molise ONDA

Michele Iorio, Presidente Regione Molise

Angelo Percopo, Direttore Generale ASReM

RELATORI E MODERATORI:

Antonino Aprea, Psicoterapeuta, gruppo analista, consulente

Associazione Ryder Italia, Roma

Alessandro Barbano, Giornalista, Vicedirettore

de "Il Messaggero", Roma

Maddalena Borriello, Ginecologa, UOC di Ginecologia UCSC,

Campobasso

Tonino Cantelmi, Direttore, Area di Supporto alla Persona,

Istituto Oncologico Regina Elena, Roma

Albertina Del Lungo, Psicologo, Dirigente UCSC,

Analista IAAP, Roma

Liberato Di Lullo, Direttore UOC di Oncologia

Isernia - Campobasso

Giovanna DiMaio Coordinatrice Infermieri, UOC di Ginecologia

UCSC, Campobasso

Paola Di Sabato, Psicologa Hospice, Larino

Maria Durante, Ginecologa UCSC, Campobasso

Gabriella Ferrandina, Direttore del UOC di Ginecologia

UCSC, Campobasso

Mariano Flocco, Responsabile Hospice, Larino

Luigi Grassi, Psichiatra, Università degli Studi di Ferrara

Presidente Nazionale SIPO

Diana Lucchini, Psicoterapeuta, Coordinatrice SIPO Lombardia

GiovannaMantegna, Psicoterapeuta, Servizio di Psico-Oncologia

UCSC, Campobasso

AlessioMorganti, Direttore UOC Radioterapia UCSC,

Campobasso

Pina Petta, Giornalista

Dario Sacchini, Istituto di Bioetica UCSC, Roma

Giuseppina Sallustio, Direttore UOC di Radiologia

UCSC, Campobasso

Giovanni Scambia, Direttore del Dipartimento per la tutela della

salute della donna e della vita nascente. Policlinico Gemelli, Roma

Carmine A. Travaglini, Oncologo, Presidente Associazione

Hospice Madre Teresa di Calcutta Hospice Onlus, Larino

Franco Veltro, Direttore DSM, Campobasso

Ida Vercillo, Ginecologa UCSC, Campobasso

 

 

DIREZIONE SCIENTIFICA

Dott.ssa Giovanna Mantegna

Dott.ssa Gabriella Ferrandina

 

SEGRETERIA SCIENTIFICA

Dott.ssa Giovanna Mantegna

Dott.ssa Serena Terzano

Dott.ssa Laura Venditti

 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Ufficio Ricerca e Formazione

Tel. 0874 312361 begin_of_the_skype_highlighting            0874 312361      end_of_the_skype_highlighting

fax 0874 312730

E-mail: formazionecb@rm.unicatt.it

 

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus

Te piace 'o presepio? Via Carducci come San Gregorio Armeno. La grande bellezza del Natale nell'arte magica di Guarino



Nel quartiere Vazzieri di Campobasso il piano terra di una casa isolata custodisce un tesoro di inestimabile valore: 17 presepi fatti a mano da Antonio Guarino. 30 anni di passione per un effetto speciale che richiama le suggestioni più piene e più belle del Natale.

 Natale in città, Campobasso abbandona l'austerity e riaccende le luci. Il Comune si affida alla festa

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Servizi